Home
Chi siamo
Perché biologico
Come funziona
Le nostre cassette
Iscrizione al servizio
Pagamento
Contenuto della settimana
Listino prezzi
Prodotti aggiuntivi
Raccolta ricette
Biocesta IKEA FAMILY
Link utili
Privacy
Contatti
MioBioexpress!

rabarbaro

Rabarbaro

Il rabarbaro viene spesso consumato come frutta ma in realtà si tratta di un ortaggio, della stessa famiglia dell'acetosa e del grano saraceno. Originario dell'Asia settentrionale (Tibet e Mongolia), il suo nome deriva dal latino reubarbarum che significa radice barbara (cioè radice straniera) perché non veniva consumata in Occidente. Fu utilizzata inizialmente come medicinale e pianta ornamentale, in cucina comparve solo nel XVIII secolo. Le radici e le foglie furono impiegate come rimedio a lungo, il suo uso medico è testimoniato da fonti risalenti a 4700 anni fa, provenienti dalla Cina e dal sud della Russia. Solo 250 anni or sono gli inglesi scoprirono che il rabarbaro era anche commestibile. Se lo zucchero non fosse sceso di prezzo, questa verdura asprigna sarebbe rimasta poco utilizzata. Nel frattempo quest'ortaggio ne ha fatta di strada e, come i cipollotti e le carote fresche, rappresenta ora un prodotto tipicamente primaverile. Il rabarbaro è una pianta che può raggiungere il metro di altezza, se ne conoscono una ventina di tipologie diverse suddivise in tre varietà: il rabarbaro a gambo e polpa verdi (poco coltivato, molto asprigno), il rabarbaro a gambo rosso e polpa verde (molto coltivato, leggermente aspro, meno acido) e il rabarbaro a gambo e polpa rossi. Solo gli steli risultano commestibili, sono carnosi e spessi e possono raggiungere da 2 a 7 cm di spessore. Le foglie sono ricche si acido ossalico, una sostanza dall'azione lassativa e quindi non commestibili. In generale vale: più rosso è il rabarbaro, più dolce è il suo gusto. I gambi del rabarbaro crudo contengono vitamina C, calcio e sono ricchi di potassio. L'elevato tasso d'acidi malico e ossalico gli permette di svolgere un'azione rinfrescante, dissetante e digestiva. I diabetici e chi soffre di malattie renali dovrebbero utilizzarlo con moderazione. La percentuale d'acido ossalico contenuta nei gambi aumenta con la maturazione. Per questo motivo, a partire dal mese di luglio, non dovrebbero più essere mangiati.

Il rabarbaro è aperitivo, colagogo, antiputrefattivo e vermifugo oltre che tonico e lassativo. Il rabarbaro viene raramente consumato al naturale, dato il suo sapore asprigno viene in genere zuccherato in abbondanza, e finisce per essere molto calorico.


Il rabarbaro è un'erbacea perenne rustica coltivata, e talora naturalizzata, nelle regioni a clima temperato. Il rizoma di questa pianta, dal caratteristico sapore gradevolmente amaro, ha proprietà aromatiche e medicinali: stimola l'appetito e l'attività digestiva e, a dosi più elevate, esercita una funzione purgativa. Il genere comprende diverse specie che possono sviluppare cespi alti da meno di un metro fino a circa tre metri. Il rabarbaro è pianta originaria dell'Asia, più precisamente della Cina e del Tibet, ma alcune varietà si sono ben ambientate nelle zone temperate di tutta l'Europa. Il terreno di coltivazione deve essere sciolto e leggero, lavorato in profondità per favorire la crescita dei rizomi. Il rabarbaro è pianta antica, pare venisse coltivato in Asia già 2700 anni prima della nascita di Cristo. Ai Greci, che ne facevano grande uso per le sue virtù medicinali, dobbiamo il nome attuale: essi infatti al sostantivo "ra", che indicava in greco quest'erbacea, aggiunsero l'aggettivo "barbaron" in riferimento al fatto che veniva coltivata in terre barbare. www.thais.it
…lo sapevate che…?

IN CUCINA:
Qualche gambo di rabarbaro aggiunto alle fragole con cui si prepara la marmellata ne esalta decisamente il sapore che tenderebbe a risultare troppo dolce.

BELLEZZA: Chi desidera dare riflessi color tiziano, cioè ramati, ai capelli senza ricorrere alle tinture, può provare a far macerare nel vino bianco alcuni pezzi di rabarbaro sia freschi che essiccati. Dopo una settimana di macerazione la lozione ottenuta, ben filtrata, andrà passata sui capelli alla fine di ogni lavaggio.

RICETTE:
TORTA ALLE FRAGOLE E RABARBARO – RHUBARB-STRAWBERRY PIE
Tempo di preparazione:
40 minuti + 60 minuti di cottura
Dosi per una tortiera di 28 cm
Ingredienti:
225g di burro
375g di farina
1 cucchiaio di zucchero
1 cucchiaio di sale
60-120 ml di acqua ghiacciata
5 gambi di rabarbaro
400g di fragole
3 cucchiai di maizena
6 cucchiai di zucchero
Preparazione:
Per prima cosa preparare la pasta, chiamata crust negli USA. Setacciare la farina e unire il cucchiaio di zucchero e quello di sale. Mescolare nell’impastatrice con la frusta battitore flessibile.
Tagliare il burro a dadini, aggiungerlo alla farina e mescolare bene. Una volta mescolato bene, aggiungere acqua gelata molto lentamente, la quantità dipende dall’umidità della farina, attenti a non aggiungere troppa acqua.
Dividere l’impasto in due, fare due palline una un pochino più grande per la parte inferiore della torta, chiuderle con pellicola trasparente e metterle in frigorifero per 30 minuti.
Mente l’impasto riposa, preparare il ripieno. Lavare e pulire il rabarbaro. Se è la prima volta, basta eliminare tutta la parte delle foglie e pelarlo esattamente come si pulisce un sedano. Tagliarlo a pezzetti e metterlo in una bacinella.
Lavare le fragole,tagliarle a pezzi grandi e unirli al rabarbaro.
Mettere lo zucchero e la maizena e mescolare bene. Lasciare da parte.
Passati i 30 minuti, prendere l’impasto e stendere la pallina più grande. Imburrare la tortiera da crostata e stendere la “crosta” inferiore, lasciare 2 cm di pasta tutt’intorno per poi fare la decorazione. Riempirla con il ripieno di frutta. Preriscaldare il forno a 170 gradi.
Stendere l’altra pallina di impasto e formare tante strisce di 1-2 cm, anche se sono irregolari va bene.
Iniziare mettendo le due strisce centrali e poi procedere affiancandone a una centrale altre due strisce come riportato nelle foto, sembra difficile ma in realtà poi risulta molto facile. Continuare così alternando le strisce.
Ripiegare verso l’interno il bordo eccedente, tenerlo in verticale e schiacciare il bordo fissandolo bene. Decorarlo usando tre dita: indice medio e pollice per fare la decorazione. Il bordo rimane tra indice medio e pollice, in modo che il pollice spinga il bordo tra indice e medio e si formino una sorta di triangolo.
Se si vuole, spennellare la torta con un uovo sbattuto e spargere un pochino di zucchero per rendere le strisce più croccanti e con un colore più brillante ma se non si vuole si può mettere in forno senza spennellare con l’uovo.
Infornare in forno preriscaldato a 170 gradi per 60-70 minuti, finché vedrete il liquido della frutta sui lati.
Si può servire anche con una pallina di gelato alla vaniglia…non ho foto perché è stata letteralmente divorata da noi e il mio papino per il suo compleanno .
http://unviaggioincucina.wordpress.com/2013/05/03/torta-alle-fragole-e-rabarbaro-rhubarb-strawberry-pie/

DESSERT
Torta allo yogurt al rabarbaro e lamponi
Ingredienti : per una placca da forno, 450 gr di rabarbaro bio,250 gr di lamponi freschi,2 vasetti di yogurt (da 150 gr),2 vasetti di farina (ca. 250 gr),2 vasetti di maizena (ca. 250 gr), bustina di lievito per dolci, 5 uova, 2 vasetti di zucchero (ca. 350 gr),1 stecca di vaniglia, 2 cucchiaini di buccia grattugiata di un’arancia non trattata, 1 1/2 vasetti di olio di semi (ca. 250-300 ml), 1 manciata di pinoli, zucchero a velo qb, burro per la teglia
Mondare il rabarbaro, togliere le parti filamentose e tagliarlo a pezzetti della lunghezza di ca. 4 cm. Imburrare la placca da forno e infarinarla leggermente. Riscaldare il forno a 200 °C (180° se ventilato). Incidere la stecca di vaniglia con un coltello ed estrarne i semini. Versare provvisoriamente lo yogurt in un recipiente e lavare un vasetto per usarlo come misurino.
Mischiare la farina, la maizena ed il lievito per dolci in una scodella. In un recipiente separato battere uova, zucchero e i semi della vaniglia fino ad ottenere un composto spumoso. Aggiungere prima lo yogurt e la buccia di arancia, poi il mix di farina e maizena. Alla fine aggiungere l’olio e mescolare bene fino ad ottenere un composto omogeneo. Versare il composto nella placca da forno e livellare la superficie. Distribuire i pezzetti di rabarbaro sul composto. Infornare per circa 15 minuti.
Tirare la torta fuori dal forno e distribuire ora i lamponi ed i pinoli. Cospargere con ca. 2 cucchiai di zucchero a velo. Infornare per altri 20-25 minuti finché la torta non risulterà dorata in superficie. Fare la prova dello stecchino. Far raffreddare prima di cospargere nuovamente di zucchero a velo.
http://fotoefornelli.com/2011/05/torta-allo-yogurt-con-rabarbaro-e-lamponi/

COOKING WITH MARICA!!
Crumble di rabarbaro
Ingredienti per 4 persone:
per cuocere il rabarbaro:
5-6 gambi di rabarbaro bio (no le foglie sono tossiche)
1/2 bicchiere di latte intero bio
1 cucchiaino di zucchero di canna
Per il crumble:
70 gr. di burro bio
125 gr di farina 00
25 gr. di farina di mandorle alternativa fiocchi di avena
50 gr. di zucchero di canna
zeste di arancia bio
Procedimento:
tagliate il rabarbaro a pezzetti
mettete in pentola lo zucchero e il latte e cuocere per 8 min.
mischiate il burro freddo, le due farine e lo zucchero
aggiungere le zeste di arancia
fate un impasto a briciole con le dita
mettete il rabarbaro nella pirofila e coprite con il crumble
infornate per 20 minuti a 180° e servite caldo o freddo
accompagnare con panna montata
Vino consigliato da Marco
Malvasia della cantina Terre Rosse di Enrico Vallania
Marica Bochicchio: Food Blogger
info@cookingwithmarica.net
www.cookingwithmarica.net
Skype Marica lovecooking

MARMELLATA DI RABARBARO AL PROFUMO DI ZENZERO
Ingredienti: 2 kg. di rabarbaro, 1 kg. di zucchero, 3cm. di zenzero fresco sbucciato, 1 limone
Taglio a pezzi i gambi del rabarbaro privati (dovrebbero esserlo gia’ delle foglie che sono un po’ tossiche). Non li sfiletto come si fa con il sedano, perche’ il colore si perderebbe molto, li copro con lo zucchero e lascio riposare per un paio di ore, poi metto la casseruola sul fuoco moderato, grattugio lo zenzero, verso il limone e lascio cuocere per mezz’ora o poco piu’. La marmellata va versata poi ancora calda nei vasi, chiusa ermeticamente e conservata in un posto buio e fresco. E’ ottima servita come accompagnamento, insieme a un po’ di panna acida, a biscotti da the’, torte paradiso o simili– di Susanna Vitelli

Crostata al Rabarbaro
– Ingredienti: pasta frolla 450 g, coste di rabarbaro 700 g, zucchero 200 g, 1 baccello di vaniglia, burro 50 g, biscotti secchi 60 g - Pulite le coste del rabarbaro e mettetele in una casseruola con un poco di acqua e il baccello di vaniglia. Fate cuocere per circa 7 minuti a fuoco lento, mescolando ogni tanto, poi eliminate l’acqua che nel frattempo si sarà formata e unite sia lo zucchero che il burro. Continuate la cottura per 3 minuti, poi eliminate la vaniglia e lasciate raffreddare. Portate il forno a 200°, imburrate la teglia e rivestitela con la pasta frolla stesa. Con una forchetta praticate dei buchi sul fondo e sbriciolatevi grossolanamente i biscotti secchi. Unite a questo punto il rabarbaro, livellate con il cucchiaio e infornate la crostata per 40 minuti. Sfornate, quindi fatela raffreddare, poi toglietela dalla teglia e disponetela su un piatto da portata. Servite la crostata con della panna fresca montata oppure con del gelato alla vaniglia. Se volete potete aumentare le dosi della pasta frolla e applicare delle strisce decorative sulla crostata, anche per renderla più dolce. www.buttalapasta.it

Galletti al Rabarbaro
– Ingredienti: 4 Galletti, Sale, Pepe, Olio D oliva, 1000 gr. di Coste Di Rabarbaro, 1/2 Bicchiere di Acqua, 1 Cucchiaino di Zucchero - Le quantità sono da intendersi per 4 persone. Pulire e fiammeggiare 4 galletti, salarli, peparli, irrorarli con olio e cuocerli per 20 minuti in forno già caldo a 220 gradi. A parte pulire 1000 g di coste di rabarbaro e cuocerle a fiamma dolce per 20 minuti con 1/2 bicchiere d’acqua. Unire 1 cucchiaino di zucchero, rimescolare e passare il tutto al setaccio. Servire i galletti su un piatto caldo contornati con la purea di rabarbaro, con patate arrosto e insalata di cetrioli. www.buoneforchette.com

Macedonia di fragole con rabarbaro
– Ingredienti: 400 g di fragole, 300 g di rabarbaro, 0.5 dl d’acqua, 4 cucchiai di zucchero, 1 mazzetto di menta - Dimezzate le fragole. Pelate il rabarbaro e tagliatelo a pezzetti di ca. 1 cm. Cuocete il rabarbaro con l’acqua e la metà dello zucchero. Togliete la padella dal fuoco. Unite le fragole e lasciate raffreddare. Nel frattempo tritate la metà della menta. Pestate la menta e lo zucchero restante in un mortaio, finché lo zucchero si colora di verde. Servite la macedonia e cospargetela di zucchero alla menta. Decorate con le foglie di menta rimaste. www.saison.ch

Crostata di rabarbaro

Ingredienti: 200g di burro, 200g di farina, 200g di zucchero a velo, 500g di rabarbaro, 4 uova, la buccia grattugiata di 1 limone - Sbattere il burro, le uova, lo zucchero fino a formare una crema. Aggiungere la buccia del limone e la farina. Foderare con la pasta uno stampo per crostate e ricoprire con uno strato di rabarbaro crudo sbucciato.
Infornare a 180° per 30 minuti.

Confettura di rabarbaro
Occorrono i gambi freschi del rabarbaro, giá mondati. Dello stesso peso dei gambi dovrá essere lo zucchero e un cucchiaio di rum per ogni chilo di rabarbaro.
Metti a macerare per un paio d'ore, in una terrina coperta, il rabarbaro e lo zucchero poi travasa tutto in una pentola e poni su fuoco vivace. Fai bollire, mescolando spessissimo per almeno mezz'ora e, comunque finché il composto non avrá evaporato tutta l'acqua e assunto la giusta consistenza. Un attimo prima di togliere dal fuoco aggiungi il rum.
Metti tutto nei vasetti ben puliti e chiudi per bene.

Tortino tiepido al rabarbaro
-Ingredienti:burro gr.200, zucchero gr.180, miele gr. 10, sale un pizzico, uova 5, farina gr.200, lievito gr. 5, rabarbaro gr.150 (sbucciato) - Montare il burro con lo zucchero, il miele ed il sale, aggiungere le uova intere una alla volta. Unire la farina setacciata poco alla volta ed il lievito, incorporare il rabarbaro sbucciato e tagliato a dadini piccoli, imburrare e impanare gli stampini monoporzione e riempirli fino a 3/4, cuocere in forno a 180 gradi per 20 minuti. (da servire accompagnati con delle fragole condite con del aceto balsamico e zucchero di canna)

Fragole e rabarbaro in torta
-
Ingredienti: Pasta brisée, Rabarbaro (piccioli a pezzetti), 12 fragole, 125 g di zucchero, 1 cucchiaio di succo di limone, Alcune noci di burro, 1 cucchiaio di farina - Stendere la pasta e rivestirne una tortiera. Mescolare insieme il rabarbaro, le fragole, lo zucchero, il succo di limone, la farina e mettere il tutto nella tortiera. Aggiungerci qualche noce di burro distribuita dentro la frutta. Incrociarvi sopra delle strisce di pasta. Spalmare la pasta d'un uovo sbattuto con un po' di latte. Cuocere a 200 gradi per 45-50 minuti.

Crostata di rabarbaro e taleggio
-
Ingredienti: Pasta sfoglia, porri, cipollotti, Rabarbaro fresco, Radice di zenzero fresco, Taleggio, Prezzemolo, Olio extra vergine di oliva, Sale e pepe, Semi di sesamo tostati, Senape forte, Uova - Soffriggere in poco olio i porri e i cipollotti tritati. Quando saranno dorati aggiungere lo zenzero affettato sottilissimo (con il pelapatate), il rabarbaro tagliato a pezzettini e privato delle fibre più dure e cuocere a fiamma molto bassa per circa dieci minuti. All`ultimo momento mettere un cucchiaio abbondante di senape forte e prezzemolo tritato. Mescolare e far intiepidire. Stendere la pasta sfoglia sopra una teglia rotonda imburrata e cosparsa di pane grattuggiato,cospargere il fondo con il soffritto quindi aggiungere il taleggio tagliato a fettine.Versare sul composto le uova sbattute insaporite con sale e pepe. Spargere i semi di sesamo tostati e infornare per circa trenta minuti o fino a quando la pasta sarà ben dorata.
Dolce al rabarbaro e miele
-
Ingredienti: 0,500g di rabarbaro, 100 g circa di miele, 1/2 cucchiaio di amido di mais, 1 pezzetto di cannella, 1 stecca di vaniglia - Lavate e tagliate a dadini il rabarbaro. Aggiungete il miele e fate cuocere a fuoco basso finché diventa tenero, insieme con la cannella e la vaniglia. Togliete il rabarbaro con la schiumarola e disponetelo nel piatto. Frullate il fondo di cottura insieme all'amido, fatelo cuocere per 2-3 minuti e versatelo sul rabarbaro. Servite caldo o freddo a seconda di come preferite.

Ragù di carne al rabarbaro
-
Ingredienti: 400gr di carne macinata, 1 cipolla rossa, 4 o 5 carote, 350gr di rabarbaro, 50gr di zucchero, 125ml di acqua, 1/2 cucchiaino di cannella, 1/2 cucchiaino di noce moscata, olio, sale, pepe - Preparate un soffritto di cipolla con un po' di olio. Fate rosolare la carne, poi aggiungete il rabarbaro, lo zucchero, le spezie e un po' di acqua. Salate, pepate e fate cuocere a pentola coperta per 1 ora circa. Potete servirlo con riso, pasta o cous cous.

Torta di Rabarbaro e Fragole
-
Ingredienti: Pasta Brisée, Rabarbaro, 12 Fragole, 125 G Zucchero, 1 Cucchiaio Succo Di Limone, Alcune Noci Burro, 1 Cucchiaio Farina - Stendere la pasta e rivestirne una tortiera. Mescolare insieme il rabarbaro, le fragole, lo zucchero, il succo di limone, la farina e mettere il tutto nella tortiera. Aggiungerci qualche noce di burro distribuita dentro la frutta. Incrociarvi sopra delle strisce di pasta. Spalmare la pasta d'un uovo sbattuto con un po' di latte. Cuocere a 200 gradi per 45-50 minuti.

Composta di Rabarbaro
-
Ingredienti: 1000 G Rabarbaro, 400 G Zucchero, acqua Fredda - Tagliare 1000 g a pezzi di 2 cm, lasciarli in acqua fredda per un ora, scolare, metterlo sul fondo di un tegame alternandolo a 400 g di zucchero. Coprire di acqua fredda, mettere su fuoco medio e far bollire abbassando la fiamma e mescolando finché sarà tenero ma non disfatto.

Sfogliatine al Rabarbaro
-
Ingredienti: 500 G Pasta Sfoglia Surgelata, 400 G Rabarbaro, 300 G Crema Pasticciera, 150 G Panna Da Montare, 50 G Rum, 35 G Burro, 3 Lime, 1 Uovo, Zucchero A Velo, 75 G Zucchero Semolato, 1 Pizzico Zucchero Greggio - Fate scongelare la pasta sfoglia. Intanto pulite le coste di rabarbaro togliendo le parti fibrose e le foglie. Soffriggete nel burro una cucchiaiata di zucchero semolato, finché diventa leggermente caramellato, aggiungete le coste di rabarbaro a pezzi, lasciate rosolare, quindi fiammeggiate con il rum. Non appena l'alcool sarà evaporato e l'insieme risulterà legato e sciropposo, spegnete e lasciate raffreddare. Tirate la pasta in sfoglia di 3 millimetri di spessore, ricavatene 6 rettangoli di 9 x 7 centimetri, pennellateli d'uovo battuto (facendo attenzione a non pennellare anche i bordi), sistemateli su una placca spruzzata d'acqua fredda e infornateli a 220°C per 5 minuti, quindi abbassate la temperatura del forno a 190°C, spolverizzate i rettangoli di zucchero a velo e infornateli ancora per 10 minuti. Montate la panna e amalgamatela con la crema pasticciera. Grattugiate i lime (solo la parte esterna della buccia ben lavata). Sfornate i rettangoli di sfoglia, lasciateli intiepidire, tagliateli a metà (come fossero panini), metteteli nei piatti da porzione, quindi distribuite sui mezzi rettangoli la crema, il rabarbaro e un pizzicone di lime grattugiato; coprite con i rettangoli liberi, spolverizzate la preparazione con un pizzico di zucchero greggio e servitela subito. NB. Per la crema pasticciera usate 2 tuorli d'uovo, 250 g di latte, 75 g di zucchero semolato e 20 g di farina.

Minestrina di fragole, rabarbaro e champagne
-
Ingredienti: 400 g di rabarbaro, 1mela, 100 g di zucchero, 1/2 stecca di vaniglia, 2 dl di champagne demi-sec, 250 g di fragole - Frittelle di fragole: 1 uovo, ca 1 dl di acqua minerale gassata, 1 presa di sale, 50 g di farina, ca 2 dl d'olio d'arachidi per cuocere, 4 fragole col picciolo, 1 cucchiaio di zucchero a velo - 1 Pelate il rabarbaro. Dimezzate la mela e privatela del torsolo. Tagliate la frutta a dadini e fatela sobbollire con lo zucchero e la stecca di vaniglia nello champagne a fuoco basso per 10 minuti. Togliete la pentola dal fuoco. Lasciate macerare la frutta nel liquido per 30 minuti. Filtratela attraverso un colino a maglia sottile o attraverso una garza (ma evitate di spremerla). Raccogliete il succo e lasciatelo raffreddare. 2 Per la pastella dividete l'albume dal tuorlo. Sbattete il tuorlo con l'acqua minerale e il sale. Incorporate la farina e lavorate l'impasto fino a ottenere una pastella omogenea. Poco prima di servire montate l'albume a neve ferma e incorporatelo alla pastella. Scaldate l'olio. Immergete le fragole nella pastella, fatele sgocciolare brevemente e friggetele nell'olio finché si dorano. Lasciatele sgocciolare su carta da cucina. 3 Tagliate le fragole messe da parte a fettine. Mettetele nei piatti fondi e versatevi la minestrina di rabarbaro. Guarnite con le frittelle di fragola e cospargete di zucchero a velo. La mela aggiunta al rabarbaro serve a far gelificare il succo di rabarbaro. La purea di rabarbaro può essere usata per realizzare confetture di fragole e rabarbaro. Durante la stagione del sambuco, la minestrina può essere servita con frittelle di fiori di sambuco. Dividete i grappoli fioriti, passateli nella pastella e friggeteli.

Pollo al rabarbaro
- Ingredienti: 1 pollo a pezzi, ½ kg di coste di rabarbaro, 1 bicchiere di vino bianco circa, 1 cucchiaino di zucchero, 1-2 spicchi di aglio, sale, olio evo - In una padella antiaderente versate dell'olio e gli spicchi d'aglio, far colorare leggermente l'aglio e poi toglierlo, quindi far rosolare i pezzi di pollo finché saranno dorati da tutti i lati. Sfumare con il vino e aggiungere il rabarbaro a pezzi (precedentemente lavato e mondato, va sfilettato tipo il sedano), il sale, lo zucchero e se volete un po' di pepe. Cuocere senza coperchio a fuoco medio-basso per circa un'ora. Il rabarbaro rilascia dell'acqua che aiuterà nella cottura del pollo.

Torta al rabarbaro e mele

- Per la pasta: 150 gr di burro, morbido, 120 gr di zucchero, Un pizzico di sale, 4 uova, 1 limone, 350 gr di farina bianca, 100 gr di mandorle macinate, 1 cucchiaino di lievito, o mezza bustina, 2 yogourt naturali, 300 gr di rabarbaro, pulito e tagliato a tocchetti di ca. 1,5 cm, 3-4 mele - Per decorare: granella di zucchero, granella alla nocciola croccante, sciroppo d’acero, o miele - lavorate il burro con lo zucchero, unite le uova una a una e sbattete finché diventa spumoso. Unite la farina e gli altri ingredienti, la frutta alla fine. (Infarinate i pezzetti di rabarbaro, leggermente.) Versate l’impasto nella vostra forma e cospargete con lo zucchero, la granella croccante e un filino di sciroppo d’acero.(Se non vi piace, mettete del miele, o anche solo zucchero al velo). Cuocete in forno preriscaldato a 180°C per 40-45 minuti. Lasciate riposare il dolce prima di sformarlo. Tagliate poi a carrés o a fettine.

Clafoutis di rabarbaro
- Ingredienti per 4 persone: 600 gr di rabarbaro, 4 cucchiai di olio di semi, 100 gr di zucchero, 1 bustina di zucchero vanigliato, 2 uova, 100 gr di farina, 150 ml di latte, ½ bicchiere di panna liquida, zucchero a velo - Lavare e mondare il rabarbaro e tagliarlo a pezzi larghi circa 2 cm. Distribuire il rabarbaro in una piccola teglia o in 4 cocottine monoporzione. Mischiare lo zucchero, lo zucchero vanigliato, l'olio, le uova e la farina e sbattere il tutto con la frusta fino ad ottenere un composto omogeneo. Unire il latte e la panna e versare il composto sul rabarbaro. Infornare a 200° (180° se ventilato) per circa 35-40 minuti. Estrarre dal forno e cospargere il clafoutis con dello zucchero a velo.

Budino di pane e rabarbaro
- Ingredienti: 4 fette di pan carré, 20 g di burro, 500 g di rabarbaro, 2 cucchiai di succo di limone, 4 cucchiai di zucchero, 1 dl d’acqua, pastella, 2 dl di latte, 2 uova, 2 cucchiai di zucchero, 2 cucchiai di zucchero a velo - Preriscaldare il forno a 180 °C. Riscaldare il burro in una padella e tostare il pan carré precedentemente tagliato a dadini o triangoli. Pelare il rabarbaro e tagliarlo a pezzetti lunghi 2 cm. Cuocerlo poi con acqua, succo di limone e zucchero fino ad ottenere una composta. Disporre il tutto nelle pirofile alternando uno strato di composta con uno di pane (il lato tostato va rivolto verso il basso). Per la pastella sbattere le uova con il latte e lo zucchero. Versarla nelle pirofile e cuocere per circa 30 minuti al centro del forno. Togliere dal forno, lasciar raffreddare e cospargere con lo zucchero a velo.

Torta veloce al rabarbaro
-
Ingredienti: 200 g di pasta sfoglia, 750 g di rabarbaro fresco, 200 g di zucchero, la buccia grattugiata di un limone, farina, un tuorlo - Mondate e lavate il rabarbaro e tagliatelo a pezzi lunghi 4 cm, poi mettetelo in una pirofila rotonda di 22 cm diametro, cospargete ogni strato, anche l’ultimo, con buccia di limone grattugiata e zucchero. Sulla spianatoia mettete 2/3 della pasta a sfoglia e stendetela in modo da ottenere un disco di 20 cm di diametro, con la pasta rimasta formate una striscia larga 4 cm e lunga quanto la circonferenza della pirofila. Spennellate con l’acqua fredda e mettetela nello stampo, poi mettete sul rabarbaro la sfoglia rotonda e spennellate tutta la superficie con il tuorlo sbattuto con un cucchiaio di acqua fredda, fate al centro della torta un foro e infilate un cilindro di carta che consentirà al vapore di uscire durante la cottura, mettete la torta in forno caldo a 220 gradi.

Pane, mele e… rabarbaro
-
Ingredienti: 1 mazzo di rabarbaro, 2 mele verdi, due dischi di pasta sfoglia pronta, zucchero, 1 cucchiaino di vaniglia (o meno se e’ estratto), ½ cucchiaino di cannella, striscioline di buccia di limoni o arance, non trattate, creme fraiche o panna fresca liquida, per servire, zucchero a velo
Taglio a pezzi il rabarbaro, lo copro di acqua a filo e lo metto sul fuoco, abbastanza alto. Sbuccio e taglio a tocchetti le mele e le aggiungo dopo qualche minuto al rabarbaro, insieme allo zucchero, a piacere e alle spezie. Quando la frutta vedo che e’ cotta, spengo, lascio raffreddare, aggiungo la buccia del limone o dell’arancia. Fodero con uno dei dischi una tortiera da 24 cm. (sotto carta forno oppure ben imburrata infarinata), metto la frutta (mi raccomando che sia bella pienotta) copro con l’altro disco di pasta, chiudendo bene i bordi. Bucherello appena il disco superiore e metto in forno a 180° per almeno 45 minuti, controllando che il sopra non diventi troppo scuro. Servo tiepida con creme fraiche o panna liquida. - di Susanna Vitelli



Inizio

puntarelle / radicchio bianco

Ricette da Marzia Riva idee regalo modi per conservare gli alimenti FA BENE A... Novara e Piacenza BIO Strudel di mele dall'Alto Adige Pane DEMETER ricette antiche bioceste agrumi Kiwiny Smoothie Sonnentor minestre e risotti arance sanguinelle Baby Food bio Speck e salumi bio dall'Alto Adige Ricette da Renata Baruffi Grazie di cuore Latte di soia e latte di riso prugne secche barbabietola rossa Succo di barbabietola rossa Dolcetti per PASQUA Nuovo Numero Verde Pasta di timilia - grano antico siciliano Tutto Bio 2014 senape bio prodotto della settimana giorni festivi