Spinaci

Mangiatore accanito di spinaci, braccio di ferro è, dal 1929, il testimonial per eccellenza di questo alimento, capace di restituire vigore e forza a chi è stanco. Non a caso per gli Arabi, che lo introdussero in Europa tra il 1200 ed il 1300, lo spinacio era "il principe degli ortaggi", così come lo era per gli studiosi che ne indagarono le proprietà nutrizionali all'inizio del ventesimo secolo.
Mineralizzanti, antianemici e nutrienti, gli spinaci erano quindi l'ingrediente ideale per creare il mito della magica pozione trangugiata da braccio di ferro. La loro fama di alimenti fortemente "energetici" legata al mito di Popeye, fu tuttavia ben presto messa in discussione dalla scoperta di una sostanza antinutriente, chiamata acido ossalico, che limita fortemente la biodisponibilità dei minerali contenuti negli ortaggi a foglie verdi.
Dando un'occhiata alle tabelle nutrizionali degli alimenti, scopriamo che gli spinaci sono ricchissimi di ferro e, grazie ai loro 2,9 mg di minerale per 100 grammi di prodotto fresco, ne detengono il primato fra gli ortaggi. Purtroppo, però, pur essendo così abbondante, il 95% del ferro contenuto negli spinaci è inutilizzabile come nutriente, proprio per la presenza dell'acido ossalico. Facendo un po' di conti, alla faccia dei vegetariani più accaniti, si scopre che per assimilare l'equivalente in ferro fornito da 100 g di carne, occorre consumare più di un kg di spinaci.
Gli ossalati sono inoltre nocivi nelle forme remautiche e sono controindicati anche per chi soffre di calcoli renali (a meno che non vengano associati ad un'abbondante assunzione di liquidi), osteoporosi o per chi deve guarire da una frattura ossea (l'acido ossalico limita fortemente anche l'assorbimento di calcio).
Alla luce di questi dati sembra proprio che i creatori del famoso personaggio animato avessero preso un abbaglio. In realtà non è esattamente così.
Anche se ricchi di acido ossalico, gli spinaci rappresentano una buona fonte di vitamina C, carotenoidi, acido folico, clorofilla e luteina. L'insieme di questi micronutrienti ne esalta le proprietà antiossidanti, rendendoli un alimento particolarmente utile per la salute degli occhi, per chi soffre di aterosclerosi, per le gestanti e per l'azione protettiva nei confronti delle patologie coronariche.Per evitare di disperdere il loro prezioso carico di micronutrienti nell'acqua di cottura, si consiglia di consumarli crudi o cotti in poca acqua bollente. Qualche goccia di succo di limone aumenterà invece la biodisponibilità del ferro contenuto negli spinaci. http://www.my-personaltrainer.it

Gli spinaci (Spinacia oleracia L.) sono le foglie dell’omonima pianta della famiglia delle Chenopodiacee: di colore verde intenso, sono carnose, consistenti e croccanti, riunite a rosa, aventi radice a fittone; hanno forma e dimensioni molto diverse a seconda della varietà. Sono tra i vegetali più diffusi nel mondo, e sono famosi per il loro elevato contenuto di ferro, che in realtà è scarsamente assimilabile dal nostro organismo; la loro origine è incerta; alcuni dicono che siano originari della Persia e che furono portati in Occidente dagli Arabi durante le loro invasioni.

Esistono diverse qualità di spinaci:

il “Gigante d’inverno” con foglie particolarmente ampie, carnose e crespe;
il “Matador”, che si coltiva in primavera;
il “Merlo nero” a foglia media e arricciata;
il “Riccio di Castelnuovo” che ha foglie spesse e rotonde.
il “Virofly” a foglie grosse di colore verde cupo;
In commercio gli spinaci si trovano freschi nei mercati (da pulire) o già lavati e confezionati nei banchi dei supermercati, in buste di plastica sigillate, oppure surgelati, in comodi cubetti monodose pronti per essere utilizzati.
Al momento dell'acquisto degli spinaci bisogna assicurarsi che: abbiano colore verde brillante e uniforme, senza parti ingiallite, scure o appassite. I gambi devono risultare forti e integri, senza fioriture e senza grosse quantità di terra.
Bisogna fare molta attenzione al lavaggio degli spinaci: si comincia col tagliare il picciolo alla base e lavarli in acqua fredda con molta cura finché tutte le impurità verranno eliminate, ma non bisogna lasciarli in ammollo in quanto perderebbero molti dei lori principi nutritivi; essendo la foglia dello spinacio crespa, la terra si insinua in profondità, per questo è opportuno sciacquarli più volte.
Per quanto riguarda la cottura degli spinaci, è meglio scegliere una breve cottura a vapore, per non perdere le virtù di questi ortaggi.
Un trucco per conservare la maggior quantità possibile di proprietà è utilizzare per la cottura l'acqua dell'ultimo lavaggio.
La conservazione degli spinaci freschi, avviene in frigorifero per massimo 2 o 3 giorni in un sacchetto di carta (quello marroncino che usano nei mercati o quello del pane).
Gli spinaci lessati e strizzati, si possono conservare in frigorifero in un contenitore ermetico per 1 o 2 giorni al massimo (anche se viene sconsigliata la conservazione dopo la cottura) oppure si possono congelare riponendoli in un sacchetto di plastica idoneo per la conservazione nel freezer.
In ogni caso, la migliore soluzione sarebbe quella di consumarli freschi, perché la conservazione fa perdere molte delle loro proprietà.
Gli spinaci si preparano in svariate maniere, poiché molto apprezzati e diffusi: le foglie più giovani e tenere si possono consumare crude o cotte a vapore, per il resto li troviamo negli sformati, minestroni, zuppe, ravioli, cannelloni, frittate, puree; in insalata, solo con olio, sale e pepe, e succo di limone, o accompagnati da scaglie di parmigiano. Sono ottimi saltati in padella con un pò di cipolla ed olio o con leggera besciamella, e sono spesso accostati alla ricotta nei ripieni di pasta fresca; non dimentichiamo che sono usati anche per produrre diversi tipi di pasta verde: lasagne, fusilli, paglia e fieno, ecc…
Ricordiamo anche famose preparazioni come l’erbazzone e la torta Pasqualina.
http://www.giallozafferano.it/ingredienti/Spinaci

RICETTE:

RICETTE DI RIVA MARZIA -
Taverna degli Arna
Zuppa di quinoa con spinaci e funghi
Ingredienti per 3 persone:
200 gr di quinoa
1 manciata abbonante di spinaci freschi
150 gr di funghi pleurotus (o altri funghi possibilmente freschi)
1/2 cipolla bionda
brodo vegetale
olio evo, sale e pepe
Procedimento:
Affettare sottilmente la cipolla e farla appassire in una pentola con un filo d'olio. Aggiungere ka quinoa e farla tostare pochi minuti. Aggiungere gli spinaci lavati e tagliati grossolanamente e i funghi tagliati a dadi abbastanza grandi. Coprire con brodo vegetale e far cuocere per circa mezz'ora a fuoco moderato. aggiustare di sale e pepe. Impiattare condendo con un filo d'olio evo e servire eventulmente accompagnando con crostini di pane.
Buon appetito!
Tempi di preparazione:
40 minuti circa

RICETTE DI RIVA MARZIA -
Taverna degli Arna
Verde polenta
Ingredienti
polenta bramata
250 gr di spinaci
2 cucchiai abbondanti di lievito alimentare
Sale e pepe
acqua qb
Procedimento
Mettere a lessare in abbondante acqua salata gli spinaci, lavati e puliti. Dopo circa 15 minuti versare a pioggia la farina di polenta mescolando con la frusta per evitare il formarsi di grumi. Portare a cottura la polenta secondo i tempi indicati sulla confezione. Mantecare con abbondante lievito in scaglie e aggiustare di sale e pepe. Servire fumante.
Buon appetito!
Tempi di preparazione:
1 ora circa

RICETTE DI RIVA MARZIA -
Taverna degli Arna
Cereali e spinaci all'arancia
Ingredienti per 3 persone:
120 gr di riso basmati integrale
50 gr di avena
40 gr di lenticchie ( io ho usato un mix di lenticchie gialle e rosse)
300 gr di spinaci freschi
1 arancia
sale, pepe e olio evo
Procedimento:
Lavare e pulire gli spinaci. Cuocerli per 5-7 minuti al massimo al vapore. Una volta cotti, frullarli con un pizzico di sale.
Nell'acqua di cottura degli spinaci cuocere i cereali e le lenticchie fino a quando saranno cotti al dente, seguendo i tempi riportati sulla confezione. Scolarli e metterli in un tegame unto con un filo d'olio e far tostare. Aggiungere i cubetti di un'arancia tagliata a vivo e la crema di spinaci. Mescolare e saltare velocemente la preparazione, bagnando con pochissima acqua qualora risultasse troppo asciutta. Aggiustare di sale e pepe e condire con olio evo a crudo. Servire in tavola ben caldo.
Buon appetito!
Tempi di preparazione:
1 ora circa. Si può velocizzare la preparazione utilizzando cereali e lenticchie a cottura rapida.

Spinaci per contorno
Ingredienti:
spinaci
burro
sale e pepe
brodo
parmigiano
Preparazione:
Lo spinacio è un erbaggio salubre, rinfrescante, emolliente, alquanto lassativo e di facile digestione quando è tritato. Dopo averli lessati e tritati fini colla lunetta si possono cucinare gli spinaci in questi diversi modi:
- Con solo burro, sale e pepe, aggiungendo un poco di sugo di carne, se lo avete, o qualche cucchiaiata di brodo od anche di panna.
- Con un piccolissimo soffritto di cipolla tritata fine e tirato col burro.
- Con solo burro, sale e pepe come i primi, aggiungendo un pizzico di parmigiano.
- Con burro, un gocciolo d'olio appena e sugo di pomodoro o conserva.
- (Adatta ai bambini). Con burro, cubetti di mozzarella, cubetti di prosciutto cotto.
http://www.adessocucina.com/ricette/spinaci-contorno-3973/

Primo
Lasagne agli spinaci

Ingredienti per la ricetta (4 persone)
250 g di ricotta;
200 g di pasta fresca per lasagne;
500 g di spinaci surgelati;
60 g di parmigiano grattugiato;
1 confezione di panna di soia.
Preparazione
Per prima cosa, lessate gli spinaci per 5 minuti in acqua in ebollizione, poi scolateli e fateli raffreddare. Strizzateli e metteteli nel frullatore con la ricotta e 100 ml di panna di soia. Frullate il tutto fino a ottenere un composto omogeneo.
Ungete il fondo di una pirofila e adagiate uno strato di pasta fresca, coprite con un po’ del composto a base di spinaci, spolverizzate con poco parmigiano grattugiato. Proseguite in questo modo fino a quando avrete terminato con uno strato di pasta, sul quale versare un poco di panna di soia e il parmigiano rimasto. Infornate a 200 °C per 25 minuti.
La sostituzione della besciamella con la ricotta e la panna vegetale, non è una grossa rinuncia, il palato non ne risente affatto, senza contare che in questo modo l’apporto calorico si riduce del 20%. E’ un piatto molto digeribile, e si assumono meno grassi saturi dannosi per il cuore e le arterie.
Se volete, potete far precedere le lasagne agli spinaci e basilico, da una bella insalata di radicchio, rucola e mela rossa condita con succo d’arancia e pepe nero. In questo modo, aumenterete il senso di sazietà, apportando nello stesso tempo fibre che riducono l’assorbimento di grassi e zuccheri, a tutto vantaggio del metabolismo.
Per chi non gradisce la salsa di soia, puoi adottare una besciamella vegetale fatta con acqua, farina e dado liofilizzato. Buon appetito!
http://www.dietaland.com/lasagna-spinaci-e-basilico/15611/

Primo
LASAGNE AGLI SPINACI
Ingredienti
350 grammi di spinaci
500 grammi di lasagne
200 grammi di besciamella
100 grammi di parmigiano grattugiato
1 spicchio di aglio
1 carota
1 cucchiaio di olio extra vergine d'oliva
1 cipolla
400 grammi di pelati
Preparazione
Preparare la pasta all'uovo o, se non avete tempo, comprare direttamente delle lasagne.
Far soffrigere la cipolla tritata, l'aglio e la carota in abbondante olio extra vergine d'oliva, aggiungere i pomodori pelati, regolare di sale e pepe e lasciar cuocere la salsa. Lessare gli spinaci, salarli e tritarli. Lessare le lasagne in acqua salata, nella quale avrete aggiunto un goccio di olio, per evitare che la pasta si incolli. Preparare la besciamella.
In una pirofila, versare un cucchiaio di salsa di pomodoro e stendere le lasagne, poi uno strato di spinaci, la salsa di pomodoro, la besciamella ed una spolverata di parmigiano.
Ripetere l'operazione fino ad esaurimento degli ingredienti.
Porre la pirofila in forno preriscaldato a 200°C per circa 30 minuti, fino a quando si formerà una crosticina dorata in superficie.
Servire il piatto ben caldo.
http://cosacucino.style.it/oggi-preparo-ricetta.php/id_piatto/536/lasagne_agli_spinaci

Antipasto
INSALATA DI ARANCE E SPINACI
Ingredienti: 1 arancia, spinaci crudi e pinoli, una manciata di olive nere tostate senza nocciolo, olio extravergine d'oliva, succo di 1 limone, sale e pepe.
Procedimento:
Lavate bene gli spinaci e spezzettateli grossolanamente. Pelare l’arancia e dividerla a spicchi togliendo la buccia ai lati per renderla più sfiziosa e tagliare ogni spicchio in due pezzi unendoli agli spinaci. Aggiungere pinoli a piacere, le olive nere e condire con olio, sale, pepe e il succo di limone
http://www.saporipugliesi.it/ricette-pugliesi/insalata-di-arance-e-spinaci-148

Antipasto
Involtini di prosciutto e spinaci
Ingredienti: 500 gr: di spinaci, 8 fettine di prosciutto cotto, quello quadrato da toast, 1 noce di burro, 2 cucchiai di formaggio grattugiato, 1 cucchiaio di farina, ½ bicchiere di latte, Sale, pepe e noce moscata
Cuocere gli spinaci, ho usato quelli surgelati, in un tegame con il burro, salarli e insaporirli con una grattata di noce moscata. Cospargerli con la farina, versare il latte, portare a bollore e finire di cuocere mescolando spesso; devono risultare asciutti.
Allargare le fette di prosciutto cotto, distribuirvi sopra gli spianaci, congiungere i due angoli opposti sovrapponendoli sulle verdure e fermare con uno stecchino.
Trasferire gli involtini in una pirofila ben imburrata, cospargerli con il formaggio grattugiato e passare in forno, sotto il grill caldo per 5 minuti.
Servire caldi o tiepidi.
http://sfiziepasticci.blogspot.it/2012/01/involtini-di-prosciutto-e-spinaci.html

UNDUETRESTELLA PRESENTA A TAVOLA BAMBINI !
Boschetto innevato:

spinaci, bietole con uvette e parmigiano
grattuggiato
una bietola piccola
un ciu!o di spinaci
uvetta sultanina
parmigiano reggiano
* pulire le bietole e gli spinaci. fare bollire le verdure per cinque minuti fino ad
ammorbidirle.
* scolarle ed eliminare l’acqua della cottura
* saltare in una padella le verdure con un filo di olio e aggiungere l’uva sultanina
* aggiungere parmigiano grattugiato
per info:
unduetrestella BABY
WWW.UNDUETRESTELLABABY.COM


COOKING WITH MARICA!!

Curry di Spinaci con tofu (Piatto indiano)
Ingredienti per 4 persone:
400 grammi circa di spinaci bio 250 grammi circa di tofu 1 cipolla 2 spicchi d'aglio 5 cm di zenzero 2 cucchiai di pomodoro 1 peperoncino piccante 1 cucchiaino di semi di cumino 1cucchiaino di curcuma 1 cucchiaino di garam masala (mix di spezie a base di coriandolo) 1 cucchiaino di zucchero di canna 100 ml di panna bio sale ghee burro indiano /olio extravengine
Procedimento:Tagliare il tofu a cubi di due cm e friggerlo nel ghee o olio extravergine in una padella grande che dovrà contenere poi anche gli spinaci. Per un piatto più leggero si può eliminare la frittura. Mettere gli spinaci in una pentola, ancora bagnati con l'acqua del lavaggio, e cuocerli coperti per pochi minuti fino a che sono completamente afflosciati ma ancora verdi brillanti. Metterli in una ciotola a raffreddare. Nella stessa padella dove avete rosolato il tofu aggiungere del ghee/olio e tostare i semi di cumino, appena cominciano a profumare aggiungere il peperoncino verde piccante, lo zenzero e l'aglio tritati, e quando l'aglio diventa dorato aggiungere la cipolla tagliata fine. Quando anche la cipolla è dorata aggiungere la curcuma e dopo qualche secondo il pomodoro. Cuocere fino a che il ghee/olio si separa. Mettere nel robot gli spinaci diventati tiepidi con la poca acqua di cottura rimasta e frullarli a crema, aggiungere il pomodoro e frullare fino a che si ottiene una crema liscia. Mettere la crema di spinaci in padella, aggiungere il tofu fritto, o non fritto, e far riprendere il bollore per qualche minuto. Aggiungere la panna, continuare la cottura fino alla consistenza voluta che dovrà essere densa e vellutata, aggiustare di sale e zucchero, e finire con il garam masala.
Marica Bochicchio*Food Blogger
info@cookingwithmarica.net
www.cookingwithmarica.net
Skype Marica lovecooking


SECONDO PIATTO
Involtini di pollo con spinaci
Ingredienti: Brodo di carne, q.b.,Burro 20 gr,Fontina 150 gr,Formaggio fresco 1 cucchiaio (facoltativo),Pepe q.b.,Pollo,fettine di petto, 8,Prosciutto cotto, 4 fette,Sale q.b.,Spinaci freschi, 350 gr,Vino bianco, mezzo bicchiere
Per preparare gli involtini di pollo iniziate lessando gli spinaci freschi in poca acqua bollente salata. Una volta cotti, scolateli bene eliminando tutta l’acqua, salateli e pepateli a piacere e infine sminuzzateli finemente con un coltello. Con un pestacarne battete leggermente le fettine di petto di pollo per renderle più sottili e regolari. Private la fontina della crosta e con l’aiuto di un pelapatate o di un coltello affilato riducetela in fettine molto sottili, tagliate le fette di prosciutto cotto a metà. Iniziate quindi a comporre gli involtini di pollo: posate su ogni fettina di carne mezza fetta di prosciutto cotto , una o due fettine sottili di formaggio e un cucchiaio di spinaci lessati, distribuendoli bene su tutto il pollo.
Poi iniziate ad arrotolare il pollo ben stretto partendo da un’estremità verso l’altra e fissandolo alla fine con uno stecchino; continuate così per tutti gli involtini. Fate sciogliere quindi il burro in un’ampia padella antiaderente e posateci gli involtini che andrete a rosolare a fiamma viva da entrambi i lati; quando saranno ben dorati sfumate con il mezzo bicchiere di vino bianco. Fate evaporare il vino e aggiungete un paio di mestoli di brodo, salate e chiudete con un coperchio per continuare la cottura.
Fate cuocere gli involtini per circa 20 minuti (i tempi di cottura dipenderanno dallo spessore della carne); se durante la cottura la carne dovesse eccessivamente asciugarsi aggiungete altri mestoli di brodo che verranno poi utilizzati per realizzare una salsina di accompagnamento.
Quando gli involtini saranno pronti estraeteli dalla padella e teneteli in caldo. Fate quindi rapprendere la salsina ottenuta con il brodo e il formaggio che sarà leggermente fuoriuscito dagli involtini durante la cottura. Per rendere la cremina ancora più gustosa potete aggiungere un cucchiaio di formaggio cremoso e fatelo sciogliere, frullare quindi il tutto con un frullatore ad immersione per rendere la salsa omogenea e cremosa. Servite gli involtini ben caldi cospargendoli con la loro salsina!
http://ricette.giallozafferano.it/Involtini-di-pollo.html


Antipasto: BRUSCHETTA CON SPINACI CRUDI, BACON E BRIE
Ingredienti per 4 persone:
Pane Casereccio ( 4 fette ), Spinaci ( 300 grammi ), Formaggio Brie ( 200 grammi ), Bacon a Cubetti ( 100 grammi ), Olio d'oliva, Sale
Calorie a persona: 466.
Preparazione: Lavate gli spinaci e scolateli bene. Fate dorare i cubetti di bacon in un padellino e tagliate il brie a fettine sottili.
Tostate il pane e disponetevi gli spinaci precedentemente conditi con olio e sale, i cubetti di bacon e il brie. http://www.nutriente.it/ricette/bruschetta-con-spinaci-crudi%2C-bacon-e-brie.htm

Risotto caprino e Spinaci
Ingredienti: 350 gr. Riso arborio o Roma (se avanza e’ anche piu’ buono saltato in padella), burro, scalogno, 600 gr. Spinaci gia’ puliti, 1 fila di formaggio caprino o due Petit Suisse (che sono piu’ piccoli), sale, pepe, brodo vegetale
Allora, soffriggete molto dolcemente lo scalogno affettato sottilmente, aggiungete poi gli spinaci sminuzzati e precedentemente lessati e fate insaporire. A questo punto, mettete il riso, salate, pepate e fate tostare per almeno cinque minuti.Portate (come per qualsiasi risotto) a cottura aggiungendo il brodo un mestolo per volta, facendolo assorbire e girando ogni tanto. Quando mancheranno pochi minuti alla fine della cottura, aggiungete il caprino, facendo mantecare. Spegnete, lasciate riposare qualche minuto e servite. - di Susanna Vitellisull’altra il formaggio fresco di capra. – di Susanna Vitelli

Cjalzons
– Ingredienti: Spinaci 500 g, Farina 400 g, Burro 100 g, Cioccolato Fondente 40 g, Uvetta Sultanina 40 g, Cedro Candito 40 grammi, Uova 5, Pane di Segale Raffermo 20 g, Ricotta Affumicata 150 g, Zucchero 10 g, prezzemolo 1 mazzo, Cannella - Pulire e lavare gli spinaci e farli cuocere insieme alle foglie del prezzemolo. Quando saranno cotti, strizzarli e tritarli finemente, e unirli in una terrina all'uvetta ammollata in precedenza, al pane sbriciolato, al cioccolato grattugiato, al cedro e alla cannella. Montare un uovo con lo zucchero, e unirlo all'impasto con un pizzico di sale, e mescolare bene. Con la farina e le restanti uova fare la pasta, e ricavare dei dischi di 5 cm di diametro con un bicchiere (se non è possibile ottenere un diametro di 5 cm, è meglio avere dei dischetti più grandi piuttosto che più piccoli). Con il pollice formare una piccola fossetta in ciascun disco di pasta e sistemarvi un po' di ripieno, e quindi richiuderli dando ai ravioli la forma di una mezzaluna. Se ne dovranno ottenere circa 30 a testa. Lessarli in abbondante acqua salata, e condirli con il burro fuso e con la ricotta grattugiata. Nonostante la presenza di zucchero e canditi, di evidente origine rinascimentale, i cjalzons sono usati come primo piatto. http://www.nutriente.it/ricette/cjalzons.htm

Bruschetta con Spinaci e Brie
- Bruschetta con Spinaci Crudi, Bacon e Brie - Questa ricetta è per quattro persone – Ingredienti: Pane Casereccio ( 4 fette ), Spinaci ( 300 grammi ), Formaggio Brie ( 200 grammi ), Bacon a Cubetti ( 100 grammi ), Olio d'oliva, Sale - Lavate gli spinaci e scolateli bene. Fate dorare i cubetti di bacon in un padellino e tagliate il brie a fettine sottili. Tostate il pane e disponetevi gli spinaci precedentemente conditi con olio e sale, i cubetti di bacon e il brie. http://www.nutriente.it/ricette/bruschetta-con-spinaci-crudi%2C-bacon-e-brie.htm
tanto. Quando mancheranno pochi minuti alla fine della cottura, aggiungete il caprino, facendo mantecare. Spegnete, lasciate riposare qualche minuto e servite. – di Susanna Vitelli
Farfalle Greenpeace . . . . . . . . . . . . . . .
Ingredienti: 3 porri, 1 chilo di spinaci, crema acida, basilico, sale, pepe, olio, provola affumicata a dadini
Affetto la parte bianca dei porri e faccio soffriggere dolcemente senza colorire, aggiungo, poi, gli spinaci tritati che avro’ fatto lessare a parte, aggiusto di sale e pepe. Intanto, avro’ fatto cuocere le farfalle in abbondante acqua salata. Appena cotte le scolo, le metto nella padella dove ho le verdure e aggiungo la crema acida (due o tre cucchiai) e un cucchiaio di acqua di cottura della pasta (tenetene sempre un po’). Faccio mantecare, ma non saltare e servo con dadini di provola affumicata. – di Susanna Vitelli

RISOTTO SPINACI E CREMA DI CAPRINO
Ingredienti: olio, uno spicchio di aglio, 200 gr. di spinaci (anche surgelati al naturale), 400 gr. di riso Carnaroli, una fila di caprino cremoso, 50 gr. di burro, pepe, brodo vegetale, mezzo bicchiere di vino bianco, un pizzico di noce moscata
Faccio lessare gli spinaci e, dopo averli strizzati bene, li faccio soffriggere dolcemente con olio e lo spicchio di aglio che avrò sbucciato e fatto a pezzi (se poi non vi piace, toglietelo). Metto in un’altra pentola un altro po’ di olio con il burro, butto il riso e faccio tostare bene per almeno 4/5 minuti,sfumo con il vino bianco, dopodiché proseguo con la cottura di un normale risotto (circa18’), girando ogni tanto e aggiungendo il brodo vegetale e salando, se occorre. A fine cottura spengo, aggiungo un po’ di pepe e di noce moscata e, alla fine il caprino che lascerò mantecare qualche minuto prima di servire. – di Susanna Vitelli