Sedano rapa

Il sedano rapa è una pianta con ciclo biennale, della famiglia botanica delle ombrellifere, classificata come Apium Graveolans varietà Rapaceum.
È un ortaggio particolare, conosciuto e coltivato solo in alcune zone dell’Italia settentrionale.
Del sedano rapa si consuma la radice (infatti è un cosiddetto "ortaggio da radice"), di colore bianco e di forma a globo; le foglie sono di colore verde scuro, gli steli sono cavi all’interno e l’apparato radicale ha un notevole sviluppo. Il sedano rapa matura in un periodo piuttosto lungo, da 110 a 150 giorni a partire dal trapianto.
Le raccolte iniziano dalla metà di agosto e si protraggono fino a primi geli. La conservazione avviene in celle frigorifere, senza subire alcun trattamento, e si protrae per un periodo di 4-5 mesi.
La commercializzazione del sedano rapa ha inizio con la metà del mese di agosto e prosegue fino a marzo.
Qualità nutrizionali
Il sedano rapa, alla pari del sedano, contiene pochissime calorie. Il suo gusto leggermente meno intenso rispetto a quello del sedano lo rende adatto a ricette dove non compare solo come insaporitore, ma come ingrediente principale.

Il sedano rapa è una varietà di sedano che ha la parte iniziale della radice molto ingrossata, al punto da formare un globo compatto di circa 15-20 cm di diametro.

Il sedano è ricco di vitamine (soprattutto A, C ed E, le tre vitamine antiossidanti per eccellenza), di minerali (in particolare ferro, manganese e potassio). Essendo molto ricco di minerali, è un efficace rimineralizzante utile in caso di demineralizzazione.

Il sedano ha un valore calorico molto basso (20 kcal per 100 g), è povero di grassi e proteine ed è ricco di fibre. Il succo delle coste risulta efficace nella cura dei reumatismi. E' indicato per affezioni polmonari Ha proprietà diuretiche, con un'efficace azione drenante sul fegato e sulle vie respiratorie; è pertanto utile in caso di calcoli renali ed insufficienze epatiche.

Recenti studi riconoscono al sedano la capacità di ridurre la pressione arteriosa ed il colesterolo . http://www.my-personaltrainer.it/tabelle-nutrizionali/SEDANO-RAPA.htm

RICETTE:

Ricetta di Varaschin Giorgia

COTOLETTE DI SEDANO RAPA
Pelate il sedano rapa col pelapatate, tagliatelo a fette di circa 1 centimetro di spessore e metterle in una bacinella con acqua fredda e succo di limone in modo che non anneriscano. Poi lessatele per qualche minuto in una pentola d'acqua bollente in modo che ammorbidiscano leggermente. Scolatele ed impanatele una ad una, mettendole prima nel pan grattato, poi nell'uovo sbattuto e poi ancora nel pan grattato, premendo bene con le dita in modo che la panatura non si stacchi. Cuocetele in padella con un filo d'olio o burro, finché saranno dorate e croccanti. Ecco pronte le vostre cotolette, adatte anche a bambini e vegetariani!


It' s healthylicious - Recensioni e consigli su prodotti e servizi vegan…e qualche ricetta facile per una vita deliziosamente sana!
Vellutata di sedano rapa e mela rossa con lenticchie
Settimana scorsa nella mia cesta Bioexpress mi sono ritrovata il sedano rapa , uno di quegli ortaggi con cui ho poca dimestichezza e che spontaneamente non compravo e mangiavo da ANNI. Grosso, grosso errore…perché è delizioso e facile da preparare, gli rema contro il suo aspetto decisamente bruttino ; sembra una patata bitorzoluta e bianchiccia, insomma, non è per niente accattivante, ecco:
Ma come si suol dire “l’abito non fa il monaco” ed il povero sedano rapa è buono e versatile, oltre al fatto che è ricco di potassio e calcio, ha poche calorie e un forte potere diuretico e disinfettante, MA se soffrite di allergie alimentari, fate attenzione, infatti contiene le proteine Api g 1, Api g 4 e Api g 5 potenzialmente allergizzanti.
Io non soffro di intolleranze ( o meglio sì,ma ad alimenti che non mangio più e che anche da onnivora mangiavo davvero poco, come la carne del povero maialino e del merluzzo ), quindi mi sono preparata questa vellutata senza problemi!
Ingredienti:
un sedano rapa ( lavato e pelato- io ho utilizzato un pelapatate)
una mela rossa
una zucchina
uno scalogno
brodo vegetale ( poco meno di un litro)
lenticchie ( già lessate)
sale & pepe
olio evo
peperoncino
curcuma ( a gusto)
Procedimento:
Lavare e ridurre a fettine sottili la mela rossa ( non togliere la buccia).
Lavare e pelare il sedano rapa ( insistere sui bitorzoli!), tagliarlo a tocchetti piuttosto piccoli ( un cm circa) , lavare ed eliminare la parte centrale della zucchina ( i semi sono amari- per compiere questa azione, io semplicemente taglio la zucchina in senso verticale, poi ripeto l’operazione sulle due metà ottenute, in modo da avere quattro “bastoncini”, infine con un coltello rimuovo la parte coi semi) e ridurla a tocchetti. Se usate lenticchie pre lessate, scaldarle in poco olio, diversamente, procedere con la cottura usuale, ma fate attenzione che restino belle integre. Nel frattempo far appassire lo scalogno ( ed eventualmente il peperoncino se piace- a me piace tantissimo e lo metto ovunque) in poco olio evo in una pentola e preparare il brodo vegetale in un altro pentolino. Quando lo scalogno sarà morbido e ben rosolato, aggiungere il sedano rapa a tocchetti, far insaporire per circa 5 minuti a fiamma vivace , rimestando spesso. Aggiungere la zucchina a tocchetti e la mela a fettine e continuare a fare insaporire per 3-4 minuti, salare e pepare e a questo punto aggiungere il brodo vegetale ( questa volta tutto in una volta,ma sempre con la tecnica del coprire ” a a filo”, non affogare, altrimenti addio vellutata e benvenuto brodino) chiudere con il coperchio, abbassare la fiamma al minimo e far sobbollire per 20 minuti circa , controllando il grado di morbidezza del sedano rapa. A metà del tempo di cottura, prelevare alcune fettine di mela da utilizzare per la decorazione dei piatti . Quando sarà trascorso il tempo necessario, frullare il tutto con il vostro frullatore ad immersione, versare la vellutata nelle fondine e decorare con le fettine di mela tenute da parte e le lenticchie lessate, insaporite con della curcuma ( se piace) .
Il gusto dolce della mela rossa mitiga il gusto quasi mentolato del sedano rapa ( in verità più forte quando l’ortaggio è crudo piuttosto che cotto) , inoltre la consistenza cremosa delle lenticchie rende il piatto completo sia da un punto di vista nutrizionale sia olfattivo e gustativo, insomma, da provare!


Ricetta di Marzia Riva
www.arnataverna.blogspot.com
Giravolte di sedano rapa all'arancia
La taverna degli Arna

Da bambina ero abituata a mangiare il sedano rapa, detto anche sedano di Verona, con il tonno. Non mi faceva impazzire. Da qualche hanno l'ho riscoperto e ho iniziato ad apprezzarlo in purezza. Abbinato agli agrumi lo trovo favoloso perché smorza un po' il retrogusto amarognolo.
In più si presta a molte preparazioni. L'unico inconveniente e' che faccio fatica a trovarlo perché in generale e' un ortaggio poco apprezzato. Una volta, chiacchierando con un ortolano del mercato, mi raccontava che se gli capitava di tenerlo sul banco faticava a venderlo perché la gente non lo conosce e non sa come cucinarlo. Anche voi fate fatica a trovarlo? Io l'ho trovato, grazie alla Bioexpress, e l'ho preparato in questa insalata, che ho gustato a pranzo come piatto unico, con l'arancia e lo zenzero. Assolutamente rinfrescante e dissetante.
Ingredienti:
mezzo sedano di Verona
1 arancia
mezzo limone
un pezzetto di zenzero
3 cucchiai di tajine
sale di Bretagna
olio evo
Procedimento:
Pulire il sedano rapa e tagliarlo sottilmente con l'aiuto della mandolina. Con questo procedimento il sedano rapa si arrotola su se stesso. Spremere l'arancia e il limone e raccogliere il succo in una ciotola capiente, dove poter mettere anche il sedano, con l'aggiunta dello zenzero grattuggiato. Far marinare in frigo per almeno un paio d'ore. Dalla buccia dell'arancia tagliare listarelle sottili, facendo attenzione a eliminare la parte bianca interna.
Dopo il tempo di marinatura, recuperare il succo in cui stemperare la salsa tajine e condire le fettine di sedano. Cospargere di sale grigio e di zeste sottili di arancia e servire. A piacere condire a che con un filo d'olivo evo.


Primo
Insalata di sedano rapa
Ingredienti per l’insalata di sedano rapa (dosi per 4 persone)
· 2 sedani rapa (detti anche sedani di Verona)
· 3 cucchiai di capperi sotto sale
· 4 cetriolini sotto aceto
· 1 cucchiaio di senape di Digione
· maionese preparata usando 2 tuorli seguendo la nostra ricetta
· un po’ di prezzemolo tritato (opzionale)
· sale e pepe q.b.
Se preferite una preparazione più leggera, potete sostituire metà della maionese con yogurt greco.
Preparazione
1) Tritate assieme i capperi sciacquati ed i cetriolini.
2) Mescolate la maionese con il trito di capperi e cetriolini, il prezzemolo tritato se lo usate, la senape. Aggiustate di sale e pepe.
3) Sbucciate i sedani rapa, lavateli ed asciugateli. Tagliateli poi a julienne (cioè a striscioline molto sottili), per fare questo potete utilizzare un frullatore con l’apposito attrezzo.
4) Mescolate il sedano rapa con la salsa a base di maionese.
5) Tenete in frigorifero fino al momento di servire; comunque questa insalata è migliore preparata almeno un paio d’ore prima di servirla.
http://www.buttalapasta.it/articolo/ricette-antipasti-insalata-di-sedano-rapa/30511/

Antipasto
ASPIC DI SEDANO RAPA AL CURRY SU CREMA DI CIME DI RAPA PICCANTE
per 4 persone: 1 sedano rapa da circa 600 g, 1 porro, 3cl di panna fresca, curry in polvere, 8 g di gelatina in fogli, 4 g di agar agar, 300 g d foglie e cime di rapa mondate, 3 acciughe sott'olio, 1 spicchio d'aglio, 1 peperoncino secco, olio , sale, pepe, qualche fiore lessato delle cime di rapa per decorare
Preparazione: Mondare il porro, affettarlo e farlo stufare con un cucchiaio di olio e poca acqua. Aggiungete il sedano rapa sbucciato e tagliato a dadini e farlo cuocere a fuoco basso, coprendolo con poca acqua e mescolando spesso. A cottura ultimata, dopo circa 30-40 minuti, frullarlo e passarlo al setaccio a maglie fini. Regolare di sale e pepe, profumare con il curry a piacere e diluirlo con la panna, fino ad ottenere una crema abbastanza fluida. Prelevare 500 g di crema, metterla in un pentolino e aggiungere l'agar agar e la gelatina in fogli, ammollata in acqua e ghiaccio . Mescolando vigorosamente con una frusta. Rimettete il pentolino sul fuoco e far bollire per 2 minuti, mescolando sempre con una frusta. Distribuite quindi il composto in 4 stampini monodose e far raffreddare in frigo per tre ore Fare un soffritto con un filo di olio, l'aglio tritato, il peperoncino e le acciughe, aggiungere le foglie e le cime di rapa tagliate a pezzi, qualche cucchiaio di acqua e cuocere per dieci minuti. Frullare il tutto, regolare di sapore e passare la crema ottenuta al setaccio. Montarla con un frullatore ad immersione, versando olio a filo quindi tenere da parte Distribuire la crema a specchio sui piatti, sopra sformare gli aspic ci sedano rapa, decorare con i fiori di cime di rapa, un filo d'olio e servire.
http://www.petitchef.it/ricette/gli-aspic-di-sedano-rapa-al-curry-e-il-lato-oscuro-dei-gastro-fan-fid-1249676


Padellata Verzaiola
- Ingredienti: Cavolo verza tagliato a striscioline, porri (2), patate 2/3, olio, speck tagliato a dadini, sale , pepe, brodo vegetale - Lessate il cavolo verza per una ventina di minuti,scolatelo bene.Tagliate le patate a dadini non troppo piccolii.. Fate appassire i porri molto dolcemente nell’olio abbastanza a lungo, aggiungete le patate, salate, pepate e fate cuocere per 15/20 minuti, aggiungendo brodo, se necessario. A questo punto aggiungete anche le verze, che farete insaporire e finire di cuocere per altri 15/20 minuti, regolando ancora di sale. Croccate i dadini di speck in forno e aggiungeteli prima di spegnere. – di Susanna Vitelli