Limoni

RICETTE:

Ricette di Renata Baruffi -
Storie di cibo di vino
autrice di “Cucina Mediterranea. La Storia nel Piatto” (ebook e brossura) e
“Mediterraneo. In viaggio tra Storia e Gastronomia (ebook) –su Amazon

RAVANI
Questo è un semplice dolce greco, diffuso, con nomi diversi, anche in alcuni paesi
dei Balcani ed in Turchia. Come molti dolci di quelle regioni, il sapore dolce viene
dato da uno sciroppo dolce aggiunto all’impasto dopo la cottura.
Ingredienti: 200 gr semolino, 120 farina 00, 350 ml yogurt, 100 ml olio o burro
sciolto, 3 uova, 1 bustina lievito per dolci, succo e buccia grattugiata di 1/2
limone
Per lo sciroppo:
Acqua e Zucchero in quantità uguali, succo di limone (per 500 ml acqua con
500gr di zucchero, 3 cucchiai succo di limone), 2 bastoncini di cannella e 1
chiodo di garofano.
Preparazione: Amalgamate in una ciotola la farina, il semolino, la scorza di limone grattugiata ed
il lievito. Versate poi l uova ed il burro sciolto che avrete preventivamente
mescolato. Sbattete energicamente con un cucchiaio o la frusta e versate tutto in
una teglia imburrata, a bordi abbastanza alti e preferibilmente rettangolare (circa
20 x 20 cm). Fate cuocere a 170°C per 45 minuti fino a quando la superficie sarà
dorata.
Intanto preparate lo sciroppo con l’acqua, lo zucchero e la cannella che farete
sobbollire per almeno 15 minuti. Quando il dolce sarà cotto ed ancora caldo,
Incidetelo subito tagliando le porzioni che vi piacciono (rettangolari o romboidali)
e poi, subito, versateci sopra poco per volta lo sciroppo caldo. Durante questa
operazione il dolce non si deve raffreddare.
Per versare lo sciroppo usate un cucchiaio o un piccolo mestolo. Tutto il dolce
dovrà assorbire lentamente lo sciroppo ma non dovrà macerarsi.
Primadi servire, lasciate raffreddare per bene, eventualmente anche nel frigo.
Per aromatizzare lo sciroppo, ho usato cannella e chiodi di garofano. Potete
aggiungere anche scorza di limone o di arancia oppure altri profumi che vi sono
graditi
Si usa, abbastanza spesso, guarnire ogni porzione con una mandorla, appoggiata
sul dolce prima della cottura.

Ricetta dalla Sig.ra Melania
Lemon Jelly - Marmellata
Ingredienti:
1 kg di limoni non trattati
500/600 gr di zucchero
6 fogli di colla di pesce o agar-agar
Preparazione:Lasciare I limoni in acqua fredda per almeno un paio d’ore.Con un pelapatate o un coltellino affilato, togliere la scorza del limone – solo la parte gialla o verde della scorza — e tagliarla alla julienne (striscioline fini e corte).Mettere le striscioline in un pentolino con dell’acqua. Mettere il coperchio e fare bollire per 10 minuti.Nel frattempo, si toglie la parte bianca della scorza rimasta sui limoni. I frutti vengono tagliati a metà e messi in una pentola con 1 litro d’acqua. Fare bollire per 20 minuti. Lasciare intiepidire.Filtrare con un colino fittissimo – meglio se con un setaccio in tessuto o in tessuto-non-tessuto — l’acqua e i limoni che dovranno essere strizzati. Si dovrebbe ottenere un liquido trasparente e limpido che pesa circa 850/900 gr.Versarlo in una pentola alta, aggiungere lo zucchero — 500 gr o 600 gr a seconda della dolcezza che si desidera — aggiungere le striscioline già cotte e fare bollire per 10 minuti. Aggiungere la colla di pesce o agar. I 6 fogli di colla di pesce devono essere messi in acqua fredda 4/5 minuti prima dell’uso (oppure procedere con agar come da istruzioni sulla confezione).Versare un cucchiaio di “jelly” su un piattino freddo. Se si addensa la marmellata gelatinosa è pronta. Nel caso in cui rimanga liquida aggiungere dell’altra colla di pesce o agar.Versare nei barattoli di vetro e chiuderli.
Suggerimento:
Quando i barattoli si sono ben intiepiditi, agitarli per fare in modo che le striscioline di scorza si distribuiscano bene nel vaso, altrimenti rimangono sul fondo.


CACIO SUI MACCHERONI DI BARBARA GIOVANETTI

RAVIOLI DI RICOTTA AL LIMONE E BASILICO CON RAGU’ DI ZUCCHINE E PINOLI
Questi ravioli sono buonissimi, saporiti eppure delicati, molto adatti anche per la cena della vigilia, dove tradizionalmente non si consuma carne, o quando c’è qualche vegetariano invitato alla nostra tavola.
Ingredienti per 4 persone
Per la pasta:
4 uova
4 gr di farina 0
Olio evo,
un pizzico di sale
buccia di 1 limone
Foglie di basilico
300 gr di ricotta di pecora
Per il ragù di zucchine:
6 belle zucchine
Buccia di un limone
2 cucchiai di pinoli
Olio evo, sale
Si fa la pasta all'uovo classica (io uso 100 g di farina per ogni uovo)
si grattugia la buccia di 1 limone, ed a parte, si tagliano con le forbici le foglie di basilico.
si divide la ricotta in due contenitori, in una parte si mette la buccia di limone grattugiata, e nell'altra il basilico sminuzzato, e si mescolano per bene i composti.
si stende la pasta dello spessore desiderato (io la porto fino al punto 5 della mia macchinetta Imperia), e si riempiono i ravioli alternando i composti e si taglia la pasta (consiglio di essere molto ordinati in questa fase di farcitura, altrimenti poi non si riconosce più il raviolo al limone da quello al basilico).
in una padella antiaderente si fanno rosolare molto brevemente, in due cucchiai di olio extravergine di oliva, una dadolata finissima di zucchine romanesche e delle scorzette di limone. A parte, si tostano dei pinoli, e si aggiungono poi alle zucchine.
si mettono sul fuoco due pentole di acqua, e una volta raggiunto il bollore, si sbollentano i ravioli (ogni gusto in una pentola diversa). Una volta cotti, ma al dente, si scolano e si posizionano sul piatto e li si condisce con il ragù vegetale. Volendo si possono usare anche dei germogli di crescione come letto su cui posare i ravioli ed il condimento.
Consiglio per le mamme: se questo piatto è destinato anche a dei bambini, potrebbero non gradire troppo i ravioli al basilico perché molto aromatici, provate quindi a fargliene assaggiare prima uno e se va bene, preparate la loro porzione con entrambi i ripieni. Per invogliarli ulteriormente, potrete confezionare dei ravioli formati mini, o tagliarli in forme divertenti ed accattivanti: stellina, macchinina, cuoricino…
www.caciosuimaccheroni.com

Il Mio Limoncello cremoso
Ingredienti: 8 LIMONI, 1 kg. Zucchero,1,250 di latte intero, 1 litro alcool per liquori, foglioline di menta fresca - Pelo con un pelapatate affilato i limoni, stando attenta ad evitare la parte bianca che e’ amara. E metto a macerare in un luogo buio con contenitore chiuso per 8/10 gg., agitando ogni tanto. Trascorso questo tempo, filtro tutto. A parte mischio tutto lo zucchero con il latte, porto ad ebollizione e lascio sobbollire dolcemente per 5 minuti. Lascio intiepidire, mischio lo sciroppo di latte all’alcool filtrato con un cucchiaio di legno e imbottiglio: dovrebbe bastare per due litri e mezzo circa di liquore che, volendo, servo decorato con foglioline di menta fresca – di Susanna Vitelli

LIMONCELLO
(Ingredienti per circa 1lt) 700gr di alcool, 1kg di limoni, 1lt di acqua, 750gr di zucchero - Togliere la buccia dei limoni stando bene attenti ad eliminare solo la parte gialla. Immergerle con l’alcool in un vaso chiuso compresso e tenerle a macerare per 3 giorni. Dopo i 3 giorni preparare uno sciroppo con acqua e zucchero , portare ad ebollizione per 2 o 3 minuti, unire con le bucce macerate nell’alcool e filtrare il tutto. Riporre in un a bottiglia di vetro e attendere circa tre mesi prima di consumarlo.
www.gingerandtomato.com

CREMA DI LIMONI
(Ingredienti per circa 1lt) – 500 gr di alcool, 3 o 4 limoni, 1lt di latte - oppure, se vogliamo aumentare la densità – 700 gr di latte, 300 gr di panna, 700 gr di zucchero, 1 bustina di vanillina - Per la prima parte seguire le indicazioni come per il Limoncello. Preparare quindi uno sciroppo con il latte, la panna, lo zucchero e la vanillina, portare ad ebollizione ed aggiungere le bucce dei limoni preparate in precedenza. Quindi filtrare e riporre in idonee bottiglie di vetro. www.gingerandtomato.com

PLATESSA AGLI AGRUMI
Ingredienti per due persone: Filetti di platessa scongelati o freschi (gr. 500/600), olio, sale, pepe, 1limone ed una arancia spremuti, farina, pane grattugiato, origano
Infarino i filetti di pesce, metto in una pirofila tre7quarti del succo di agrumi e vi adagio sopra il pesce, senza altro condimento. Preparo mezza tazza di pane grattugiato, alla quale mischiero’ la buccia del limone e dell’origano. Verso il pane sopra il pesce (facendolo aderire un po’, cosi’ fara’ una bella crosticina dorata, aggiungo sale e pepe ed il succo rimasto. Metto in forno per almeno mezz’ora a 200°, aggiungo poi un po’ di olio e gli ultimi 5/10 minuti alzo a temperatura grill (ma tengo ben d’occhio la situazione per non bruciare). - di Susanna Vitelli

CROSTATA DI LIMONI E PANNA
Ingredienti: 1 dose di pasta frolla, 3 uova, 2 limoni grandi, 100 gr. di zucchero, 20 gr. di fecola, 200 gr. di panna fresca - Fare la pasta frolla come da ricetta, e metterla in una teglia da 26 cm. imburrata e infarinata. Con i rebbi di una forchetta bucherellare il fondo, coprire con un pezzo di foglio alluminio e infornare a 180° per 20 minuti. Nel frattempo preparare la crema; sbattere i tuorli con lo zucchero fino a che diventano spumosi, aggiungere la buccia grattugiata dei limoni ben lavati, il loro succo, la fecola e mescolare bene. Mettere a cuocere la crema a bagnomaria e girare fino a che inizia a restringere, allora spegnere il fuoco e far raffreddare. Montare a neve fermissima la panna, unirla alla crema, poi unire anche gli albumi montati a neve. Togliere il foglio di alluminio, riempire con il composto e rimettere in forno per altri 20 minuti. Ivana (www.ricettegustose.it)