Agretti o barba di frate

Generalità sugli agretti o barba di frate
Gli agretti - o barba di frate o barba del Negus - sono alimenti che appartengono al gruppo degli ortaggi e delle verdure. Si prestano al consumo per mezzo della cottura e costituiscono un prodotto, diffuso in tutta la penisola italiana, ideale soprattutto alla preparazione dei contorni.

Descrizione, origini e coltivazione degli agretti o barba di frate
La barba di frate è una pianta erbacea di dimensioni contenute (circa mezzo metro di altezza). Forma piccoli cespugli abbastanza semplici da identificare e si presenta filiforme, carnosa, piena e turgida al tatto. Salsola sodaIl colore delle foglie è verde, mentre i fusti possiedono varie sfumature fucsia e bianche. Produce fiori raggruppati in infiorescenze unite al fusto. Lo spessore degli agretti è determinato da ottime concentrazioni d'acqua, che fungono da riserva necessaria a contrastare l'ambiente arido nel quale crescono; in questo fluido biologico sono inoltre diluite altissime concentrazioni di sali minerali.
La barba di frate è nativa dell'Europa, dell'Asia e dell'Africa settentrionale; cresce abbondantemente nei litorali marittimi e richiede un suolo particolarmente sabbioso e ricco di sodio (abbondante anche nella pianta stessa). Grazie alla sua adattabilità, pare che attecchisca in maniera ottimale pure nel continente americano.
Gli agretti sono alimenti parecchio diffusi nella cultura gastronomica dei paesi europei affacciati sul mar Mediterraneo; rappresentano un prodotto ordinario soprattutto nell'alimentazione degli Italiani e degli Spagnoli.
Gli agretti possono essere raccolti o coltivati; la ricerca della pianta selvatica,deve avvenire necessariamente nel periodo primaverile (marzo-maggio), concentrandosi nei territori costieri. Per quel che concerne l'agricoltura, invece, la coltivazione viene svolta su terreni poveri, drenanti e sabbiosi, anche ricchi di sodio (pianta alofila); le piante, inoltre, richiedono un'eccellente esposizione solare. La semina dev'essere abbondante e, in alternativa, è possibile mettere a terra le piccole piantine nei mesi autunnali.

NB. La barba di frate richiede una potatura costante per evitare che cresca e lignifichi eccessivamente.

Impieghi gastronomici degli agretti o barba di frate
La barba di frate è particolarmente rinomata per il suo gusto acidulo, amarognolo e caratteristico. Se ne consumano le foglie ed i fusti, purché ricavati dai germogli della pianta adulta o dalle piccole piante opportunamente private delle porzioni maggiormente coriacee (in corrispondenza delle radici). Si rende necessario lavarla accuratamente, sia in caso di raccolta, sia in caso di acquisto; ciò dipende dal fatto che, crescendo in terreni particolarmente drenanti, spesso trattiene piccoli residui di sabbia.
Il consumo prediletto degli agretti è per mezzo della bollitura (in acqua insipida per circa un quarto d'ora) o della cottura al vapore; dopo il raffreddamento, possono essere conditi con succo di limone ed olio extravergine di oliva, oppure accompagnati a pomodoro ed acciughe (abbinamento tipico del sud Italia).
Raramente la barba di frate viene consumata cruda; ciò richiede l'utilizzo di materie prime estremamente giovani e tenere. Per contro, da cotti, oltre a fungere da contorno, gli agretti vanno a comporre sughi di accompagnamento per primi piatti e farciture per antipasti salati; tuttavia, si tratta di destinazioni decisamente marginali rispetto alla suddetta.

Caratteristiche nutrizionali degli agretti o barba di frate
Gli agretti sono alimenti poco energetici, con una piccola porzione di carboidrati ed una frazione pressoché irrilevante di proteine e lipidi. Le fibre sono abbondanti ed utilissime al raggiungimento della razione raccomandata. La barba di frate svolge in maniera eccellente la funzione di alimento saziante, regolatore dell'assorbimento lipidico e moderatore dell'indice glicemico del pasto; per queste caratteristiche, gli agretti si prestano notevolmente alla dieta contro il sovrappeso, il diabete mellito tipo 2 e le iperlipemie.
D'altro canto, non essendo in possesso del relativo contenuto in sodio e potassio, non è possibile affermare con certezza quale possa essere la loro pertinenza nel regime alimentare contro l'ipertensione.
La barba di frate contiene anche buone concentrazioni di calcio, vit. A e piccole quantità di vit. C e vitamine del gruppo B.
Valori Nutrizionali

Potrebbe interessarti: http://www.my-personaltrainer.it/alimentazione/agretti.html

RICETTE:

RICETTE DA MARZIA RIVA - La Taverna degli Arna
Caserecce al ragù di agretti
Ingredienti per 2 persone:
180 gr di past tipo caserecce
1 carota piccola
1 gamba di sedano
mezza cipolla
200 gr di passata di pomodoro
un mazzo di agretti
sale, pepe e olio evo
Procedimento:
Innanzitutto lavare, pulire e lessare gli agretti in acqua bollente salata. Scolare e tenere da parte.
Mentre l’acqua della pasta si scalda, fare un trito di sedano, carota e cipolla e farlo soffriggere in padella con un filo di olio evo. Aggiungere gli agretti sminuzzati al coltello, aggiustare di sale e pepe, e far insaporire per qualche minuti. Coprire con la salsa di pomodoro e cuocere per il tempo di cottura della pasta. Scolare la pasta e mantecarla nel sugo, condendo con un filo di olio evo a crudo, e servire.
Buon appetito!
Tempi di preparazione:
40 minuti circa